Si tratta di un movimento di persone, non di imprese.

Hanno da diciotto a quarant’anni e sono quasi tredicimila in tutta Italia.

Si riuniscono periodicamente nei loro territori, nelle loro e in altre regioni per confrontarsi sulla quotidianità del fare impresa (lavoro, burocrazia, problemi, errori, difficoltà, idee, successi, traguardi…), organizzano momenti di crescita personale e professionale, nonché convegni di rilevanza nazionale, operano nelle scuole per diffondere la cultura d’impresa, aiutano i più giovani a superare i primi ostacoli.

Fra di loro ci sono giovani di qualunque estrazione sociale, imprenditori di prima generazione o inseriti nell’azienda di famiglia.

Li accomuna la voglia di fare, osare, provarci e di contribuire alla crescita del paese.